Comparativi & Superlativi in italiano

Comparativi e superlativi sono utilizzati in italiano per comparare due o più termini e per rafforzare il grado o l'intensità di una qualità. Vediamo come funzionano e quando possono o non possono essere utilizzati!

Comparativi di maggioranza e minoranza

Per comparare due o più elementi, generalmente si utilizza più di per la comparazione di maggioranza e meno di per la comparazione di minoranza.

più/meno + aggettivo + di + sostantivo/pronome personale”

Maggioranza

+ Martina è più simpatica di Luisa
+ Luca è più alto di me
+ Il cane è più fedele del gatto
+ Il computer è più moderno della macchina da scrivere

Minoranza

– Luisa è meno simpatica di Martina
– Io sono meno alto di Luca
– Il gatto è meno fedele del cane
– La macchina da scrivere è meno moderna del computer

Generalmente si utilizza più che o meno che per comparare due o più elementi, in tutti gli altri casi:

“più/meno + aggettivo+ che + aggettivi, verbi, avverbi, preposizioni”

  • Luca è più/meno alto che bello
  • Il computer è più/meno utile che difficile da usare
  • Mi piace più/meno cucinare che mangiare
  • Giocare a tennis è più/meno divertente che studiare
  • Il clima in Sicilia è più/meno mite che in Lombardia
  • Anna è più/meno gentile con Tatiana che con me
  • Mio fratello è più/meno affezionato a mio padre che a mia madre

Comparativo di quantità

Il comparativo di quantità si forma nel modo seguente:

“Più… che”

  • Leggo più giornali che libri
  • In quel paese ci sono più poveri che ricchi
  • Bevo piùche caffè
  • Lucia ha più vestiti che scarpe

Comparativo di uguaglianza

Quando si vuole specificare la stessa quantità, si utilizza la forma seguente:

“Tanto … quanto” / “Così … come”

  • Quel cane è fedele quanto un gatto
  • Luca e Mattia sono studiosi quanto noi
  • Pietro è alto come Leo
  • Lucia è magra come me

Qualche volta gli aggettivi possono essere preceduti da tanto, se il secondo elemento della comparazione è quanto:

  • Leonardo è (tanto) grasso quanto basso
  • Il computer è (tanto) utile quanto costoso
  • Marta è (tanto) timida quanto Lisa

Inoltre, gli aggettivi possono essere preceduti da così, se il secondo elemento della comparazione è come:

  • Marta è (così) timida come Lisa
  • Voi siete (così) giovani come noi
  • Gli studenti della tua classe sono (così) diligenti come noi

Il superlativo relativo

Il superlativo relativo indica la qualità di una persona o di una cosa, al massimo o al minimo livello, in relazione ad un gruppo di elementi.

Il superlativo relativo di maggioranza si forma con il più di, mentre il superlativo relativo di minoranza con il meno di.

“(Articolo) + nome+ più /meno + aggettivo+ (di/fra-tra)”

  • Questo è il ragazzo più bravo di tutti.
  • Giorgio è il più alto tra i ragazzi della mia classe
  • Roma è la più grande fra le città d’Italia
  • Giove è il più grande pianeta del sistema solare.
  • Mattia è il meno alto del gruppo
  • Siena è la città meno sporca d’italia
  • Questo ragazzo è il meno bravo tra quelli della sua classe
  • Laura è la studentessa meno diligente della classe
Presta attenzione: il superlativo relativo esprime un’opinione e richiede il congiuntivo!
  • Questo è il più bel libro che abbia mai letto
  • Luca è il ragazzo più simpatico che conosca
  • La torta della nonna è la più buona che abbia mai mangiato

Il superlativo assoluto

Il superlativo assoluto indica la qualità al grado massimo o assoluto, indipendentemente da qualsiasi comparazione:

“Aggettivoultima vocale + issimo/issima/issimi/issime”

  • Giove è un pianeta grandissimo = molto grand(e)
  • Questo caffè è amarissimo = molto amar(o)
  • Siena è bellissima = molto bell(a)
  • La grammatica italiana è difficilissima = molto difficil(e)
  • Marta e Luisa sono altissime = molto alt(e)
  • Laura e Silvia sono elegantissime = molto elegant(i)
  • Questi ragazzi sono bravissimi = molto brav(i)
  • Questi libri sono interessantissimi = molto interessant(i)

Nella lingua parlata, si può esprimere anche aggiungendo l’aggettivo ad un altro, per rafforzare il concetto:

  • Oggi ho lavorato tutto il giorno senza pausa: sono stanca morta! = stanchissima/molto stanca
  • Matteo è innamorato cotto di Giulia = innamoratissimo/molto innamorato
  • Stamattina è iniziato a piovere e non avevo l’ombrello, sono arrivata al lavoro bagnata fradicia = bagnatissima/molto bagnata
  • Brad Pitt è bello da morire! = è bellissimo/è molto bello
  • Il proprietario di quella villa con piscina ha anche una barca a vela e altre due case alle Maldive, è ricco sfondato! = ricchissimo/molto ricco

O aggiungendo prefissi come: arci- / stra-

  • Il proprietario di quella villa con piscina ha anche una barca a vela e altre due case alle Maldive, è straricco! = ricchissimo/molto ricco
  • Matteo è strainnamorato di Giulia = innamoratissimo/molto innamorato
  • Brad Pitt è arcifamoso = famossissimo/molto famoso

Comparativi e superlativi irregolari

Positivo Comparativo Superlativo Assoluto Superlativo Relativo
buono più buono

migliore

buonissimo

ottimo

il più buono

il migliore

cattivo più cattivo

peggiore

(cattivissimo)

pessimo

il più cattivo

il peggiore

  • La pizza di Napoli è migliore della pizza di Firenze
  • La qualità del cibo surgelato è peggiore di quella del cibo fresco
  • La pasta fresca in Italia è ottima
  • La qualità di questo vino è pessima
  • La pizza di Napoli è la migliore d’Italia
  • Stefania cucina meglio di me
  • È peggio non avere vacanze, che averle
  • Questo gelato è il peggiore che io abbia mangiato
Positivo Comparativo Superlativo Assoluto Superlativo Relativo
grande più grande

maggiore

grandissimo

massimo

il più grande

il maggiore

piccolo più piccolo

minore

piccolissimo

minimo

il più piccolo

il minore

  • Io sono la sorella maggiore, Luisa è la minore
  • L’errore sul compito di Claudio è minimo
  • Il costo dell’armadio nuovo è stato minore del preventivo
  • L’impegno di Luca in questo lavoro è maggiore di quello di Matteo
  • Questo lavoro mi dà massima soddisfazione
Positivo Comparativo Superlativo Assoluto Superlativo Relativo
alto più alto

superiore

altissimo

supremo / sommo

il più alto

il superiore

basso più basso

inferiore

bassissimo

infimo

il più basso

l’inferiore

  • Io ho comprato questa borsa a un prezzo inferiore
  • Barbara abita al piano superiore al nostro
  • Questo vestito è di infima qualità
  • Dante è il sommo poeta d’Italia
  • In quell’edificio, il decimo piano è il superiore; l’appartamento di
  • Luca si trova nell’inferiore

Alcuni avverbi hanno forme irregolari:

Positivo Comparativo Superlativo Assoluto
bene meglio benissimo
male peggio malissimo
  • Stefania cucina meglio di me
  • Stefania cucina benissimo
  • È peggio non avere vacanze, che averle
  • Paola parla tedesco malissimo

Esistono anche altre forme irregolari, meno utilizzati, che richiedono il suffisso -errimo o -entissimo.

  • Acre → acerrimo
  • Celebre → celeberrimo
  • Integro (=onesto) →  integerrimo
  • Benefico → beneficentissimo
  • Benevolo → benevolentissimo
  • Malevolo → malevolentissimo
Back to top