Il Modo Condizionale

Il condizionale è il modo che esprime tutte le condizioni di incertezza: desideri, dubbi, ipotesi, richieste, espressioni educate e gentili.

Il Condizionale Presente (o semplice)

Il condizionale presente si forma rimuovendo le desinenze verbali -ARE, -ERE, -IRE e aggiungendo le varie declinazioni:

PENSARE  PRENDERE  PARTIRE 
io penserei prenderei partirei
tu penseresti prenderesti partiresti
lui/lei/Lei penserebbe prenderebbe partirebbe
noi penseremmo prenderemmo partiremmo
voi pensereste prendereste partireste
loro penserebbero prenderebbero partirebbero

Come nel futuro dei verbi, il condizionale presente mantiene le stesse desinenze per i verbi che terminano in -ARE e-ERE.

Sia il verbo essere “ESSERE” che “AVERE” sono irregolari, anche coniugati al Condizionale Presente:

AVERE  ESSERE 
io avrei sarei
tu avresti saresti
lui/lei/Lei avrebbe sarebbe
noi avremmo saremmo
voi avreste sareste
loro avrebbero sarebbero

Il condizionale presente mantiene gli stessi verbi irregolari del futuro.

Tutti i verbi che terminano in -CARE e-GARE  sono irregolari e aggiungono una “H” a tutte le persone:

CERCARE  PAGARE 
io cercherei pagherei
tu cercheresti pagheresti
lui/lei/Lei cercherebbe pagherebbe
noi cercheremmo pagheremmo
voi cerchereste paghereste
loro cercherebbero pagherebbero

Di seguito, un gruppo di verbi, molto frequenti nella lingua italiana, che eliminano la “A” in -ARE o la “E” in -ERE, prima di aggiungere la desinenza:

DOVERE  POTERE  VEDERE  SAPERE  ANDARE  CADERE  VIVERE 
io dovrei potrei vedrei saprei andrei cadrei vivrei
tu dovresti potresti vedresti sapresti andresti cadresti vivresti
lui/lei/Lei dovrebbe potrebbe vedrebbe saprebbe andrebbe cadrebbe vivrebbe
noi dovremmo potremmo vedremmo sapremmo andremmo cadremmo vivremmo
voi dovreste potreste vedreste sapreste andreste cadreste vivreste
loro dovrebbero potrebbero vedrebbero saprebbero andrebbero cadrebbero vivrebbero
  • Dovrei studiare più Italiano, sbaglio sempre I verbi irregolari! 
  • Potresti accompagnarmi alla stazione domani?

Di seguito, invece, un gruppo che raddoppia la “R”:

BERE VOLERE VENIRE RIMANERE TENERE CADERE VIVERE
io berrei vorrei verrei rimarrei terrei cadrei vivrei
tu berresti vorresti verresti rimarresti terresti cadresti vivresti
lui/lei/Lei berrebbe vorrebbe verrebbe rimarrebbe terrebbe cadrebbe vivrebbe
noi berremmo vorremmo verremmo rimarremmo terremmo cadremmo vivremmo
voi berreste vorreste verreste rimarreste terreste cadreste vivreste
loro berrebbero vorrebbero verrebbero rimarrebbero terrebbero cadrebbero vivrebbero

 Presta attenzione: Il condizionale presente del verbo “VOLERE” (“io vorrei”) e  “VENIRE” (“io verrei”) sono molto simili.

  • Rimarrei volentieri in vacanza per tutto il mese! 
  • Lucia vorrebbe saper cucinare bene!

Questo gruppo, aggiunge semplicemente le desinenze all’infinito:

FARE  DARE  STARE 
io farei darei starei
tu faresti daresti staresti
lui/lei/Lei farebbe darebbe starebbe
noi faremmo daremmo staremmo
voi fareste dareste stareste
loro farebbero darebbero starebbero

Tutti i verbi che terminano in -DURRE si comportano allo stesso modo:

TRADURRE PRODURRE CONDURRE
io tradurrei produrrei condurrei
tu tradurresti produrresti condurresti
lui/lei/Lei tradurrebbe produrrebbe condurrebbe
noi tradurremmo produrremmo condurremmo
voi tradurreste produrreste condurreste
loro tradurrebbero produrrebbero condurrebbero
  • Tradurrei volentieri anche questo libro, ma ho troppo lavoro!
  • Il mio capo condurrebbe meglio l’azienda senza tutte quelle pressioni 

Il condizionale presente si usa per:

Esprimere desideri nel presente

  • Andrei al mare, berrei un aperitivo e farei spese pazze! 
  • Vorrei andare in vacanza a Miami!

Chiedere qualcosa gentilmente ed educatamente

  • Scusi, potrebbe chiudere la porta?
  • Scusa, mi presteresti la tua penna?

Per avvisare o fare raccomandazioni

  • Al tuo posto, mi farei bionda, non mi piaci così scura 
  • Al suo posto Signora, prenderei un taxi! A quest’ora non ci sono più autobus 

Per criticare o disapprovare qualcosa o qualcuno

  • Dovresti studiare di più se vuoi passare l’esame 
  • Marco è spericolato…dovrebbe guidare più lentamente!

Per esprimere ipotesi o discutere delle probabilità

  • Domani potrebbe piovere, il cielo è molto scuro! 
  • Stefano dovrebbe arrivare per le 14:50, il treno parte alle 15:00!

Per esprimere dubbi o incertezze

  • Non so se Marco si comporterebbe nello stesso modo!
  • Non so se tu vorresti un capo come il mio, è molto severo

Nel periodo ipotetico di secondo livello, parlando di ipotesi possibili: 

Se + Congiuntivo imperfetto [ipotesi] + Condizionale Presente [conseguenza]

  • Se io possedessi dei vestiti di Valentino sarei molto felice 
  • Se il tempo domani fosse bello andrei al mare

Nel periodo ipotetico di terzo livello, per parlare di qualcosa di impossibile nel presente:

Se + Congiuntivo Imperfetto [imperfetto]  + Condizionale Presente [conseguenza] 

  • Se fossi ricco, mi comprerei una Ferrari 
  • Se non fossimo Italiani, ci piacerebbe essere Americani 

Il Condizionale Passato (o composto)

Il Condizionale Passato si forma con la forma al presente condizionale del verbo “AVERE” o “ESSERE” + participio passato del verbo:

MANGIARE VEDERE VENIRE
io avrei mangiato avrei visto sarei venuto/a
tu avresti mangiato avresti visto saresti venuto/a
lui/lei/Lei avrebbe mangiato avrebbe visto sarebbe venuto/a
noi avremmo mangiato avremmo visto saremmo venuti/e
voi avreste mangiato avreste visto sareste venuti/e
loro avrebbero mangiato avrebbero visto sarebbero venuti/e

Sia “AVERE” che “ESSERE” sono verbi irregolari:

AVERE ESSERE
io avrei avuto sarei stato/a
tu avresti avuto saresti stato/a
lui/lei/Lei avrebbe avuto sarebbe stato/a
noi avremmo avuto saremmo stati/e
voi avreste avuto sareste stati/e
loro avrebbero avuto sarebbero stati/e
  • Sarei venuto volentieri alla tua festa di compleanno, ma dovevo studiare 
  • Avrei mangiato volentieri del pesce stasera, ma la pescheria era già chiusa 

Il condizionale passato si usa per esprimere:

Azioni impossibili e inverificabili, che non sono mai accadute e che non accadranno mai  

  • Oggi sarei andata volentieri in palestra, ma devo lavorare
  • Domani avrei fatto un giro al mare, ma le previsioni sono pessime
  • Ieri avrei cenato al ristorante indiano, ma era chiuso

Per parlare del futuro, nel passato; quando sono presenti due azioni nel passato, la seconda si esprime utilizzando il Condizionale Passato (¹ = prima azione al  passato; ² = seconda azione al passato o al futuro nel passato)

  • Sapevo¹ che Anna si sarebbe sposata², ma non credevo così presto 
  • Pensavamo¹ che Laura avrebbe telefonato² il giorno dopo
  • Credevi¹ che sarei rimasta² a Firenze? 

L’imperfetto dei verbi “DOVERE, POTERE, VOLERE” può essere usato al posto del condizionale passsato 

  • Dovevo = Avrei dovuto studiare, ma non l’ho fatto
  • Potevi = Avresti potuto telefonarmi! Perché non l’hai fatto?
  • Volevo = Avrei voluto un gatto, ma nessuno me l’ha regalato

Nel periodo ipotetico di terzo livello, quando si parla di qualcosa di impossibile, nel passato:

Se + Congiuntivo trapassato [ipotesi] + Condizionale passato [conseguenza]

  • Se ieri avessi preso l’autobus, non sarei arrivata in ritardo
  • Se non mi fossi ammalata, avrei fatto spot nel pomeriggio  
  • Se fossi nata in Giappone, avrei abitato a Tokyo

Notizie incerte:

  • Secondo le ultime notizie  avrebbe vinto Obama, speriamo
  • Non vedo Marco da tanto, si dice che si sarebbe trasferito in Olanda
  • La radio dice che il governo sarebbe giunto ad un accordo
Back to top